Categorie
Curiosità rosa Marzo

Curiosità Rosa: Amore e Odio

Curiosità Rosa: Amore e Odio

Buongiorno cari lettori!

Amore e odio possono coesistere? 

Oggi oggetto di discussione per la rubrica Curiosità Rosa è la connessione di due sentimenti  che possono sembrare uno l’antitesi dell’altro, ma la mia domanda è: è davvero possibile che uno escluda l’altro?

Ho scelto questo argomento in seguito ad una mia riflessione che vorrei condividere con voi, fatta grazie alla recensione di una lettrice riferita al mio romanzo Ti Odio Davvero…Ma…, nella quale la lettrice fa le sue considerazioni ammettendo quanto sia sottile, labile, il confine tra l’odio e l’amore.

Partiamo dicendo che alcuni studi recenti hanno confermato che odio e amore attivano le stesse aree cerebrali, condividendo quindi lo stesso territorio emotivo, una può influenzare l’altra nel bene e nel male.

Ora mi chiedo: è davvero l’odio l’antitesi dell’amore? La mia risposta è no! Perché? 

Semplicemente perché per provare odio nei confronti di qualcuno bisogna avere in precedenza avuto un determinato coinvolgimento. Mi spiego meglio…

Possiamo provare odio verso qualcuno che ci è totalmente indifferenti? Anche qui, la mia risposta è “no”. Non riusciremmo ad odiare per il semplice fatto che, essendo quella persona a noi indifferente, nulla di quello che potrebbe dire o fare ci ferirebbe a tal punto da odiarla.

Ecco perché secondo me l’antitesi dell’amore è l’indifferenza.

Quando proviamo odio è solo perché probabilmente la persona a noi vicina ha fatto o detto qualcosa che ci ha colpiti negativamente a tal punto da ferirci, deluderci ed è proprio lì che l’amore si trasforma in odio. Infatti è proprio quando siamo innamorati che siamo più vulnerabili a questo sentimento, dato che ci rendiamo conto di essere in una situazione di pericolo. Siamo coscienti che quel rapporto adesso così idilliaco, potrebbe cambiare e questo ci fa paura. Sostanzialmente, l’odio che a quel punto proviamo è solamente una forma di difesa.

Per fortuna sono fermamente convinta che quest’ultimo sia un sentimento reversibile, perché se è vero che l’amore può trasformarsi in odio, è anche vero che l’odio pian piano può tornare ad essere amore, anche più forte di prima.

D’altronde anche il poeta romano Catullo parlava di amore e odio che convivono nello stesso individuo e sono rivolti al medesimo soggetto.

“Odio eppure amo.

Potresti chiederti come faccio.

Non so, ma sento che accade,

e sono nel tormento”

Catullo

Voi cosa ne pensate?

Vi è mai capitato di amare e odiare la stessa persona?

Un caro saluto

Betty Esse

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...