Categorie
Erbe e dintorni. Naturalmente con Enza

Trifoglio rosso

IL TRIFOGLIO ROSSO DAI MOLTEPLICI USI (un post anzi 2 post sul trifoglio rosso e altri tipi di trifogli vari li ho già scritti anni addietro e quindi stanno giù-giù…)

Il trifoglio rosso, ( Trifolum pratense) è un legume e appartiene alla famiglia dei Lepidotteri. Può anche diventare piuttosto grande: può allungarsi fino a 50 cm verso il sole. È anche una preziosa fonte di cibo per insetti come i bombi, poiché i suoi fiori forniscono nettare dolce.

Ma non solo per gli insetti, ma anche per gli animali da pascolo fornisce proteine ​​ed è considerato un ammendante, poiché converte l’azoto dell’aria in nutrienti e quindi migliora il suolo. Non é male, quante cose fa il trifoglio rosso eh!

_____________________________________________________________________

IL TRIFOGLIO COME MEDICINALE

Come pianta medicinale, si é già fatto un nome. Ad esempio, è stato a lungo usato come tè per le malattie respiratorie ed è anche popolare per le malattie croniche della pelle come la psoriasi.

Comunque, si distingue particolarmente per il suo alto contenuto di isoflavoni. Appartengono ai fitormoni e sono tra le sostanze vegetali secondarie. Hanno un effetto simile ma più debole agli estrogeni (ormoni sessuali prodotti dal corpo stesso). Gli estrogeni hanno vari compiti nel corpo e, tra le altre cose, controllano anche la fertilità nelle donne. Quando la donna cambia, il corpo e l’intero equilibrio ormonale cambiano. Viene prodotto meno estrogeni e questo spesso sconvolge il corpo. Il trifoglio rosso qui può aiutare e avere un effetto equilibrante. Anche negli uomini gli ormoni cambiano e il trifoglio rosso può anche aiutare a prevenire che la cosiddetta crisi di mezza età diventi troppo grave 😃

Il bello del trifoglio rosso è che gli isoflavoni che contiene possono essere utilizzati molto bene anche dal nostro organismo e possiamo assorbirli particolarmente bene.

_____________________________________________________________________

Ora a maggio è un ottimo momento per raccogliere i fiori di trifoglio rosso perché ha il più alto contenuto di isoflavoni. Per contrastare i sintomi della menopausa, il trifoglio rosso può anche essere miscelato con altre piante come il luppolo. Puoi bere 3-4 tazze di tè riequilibrante al giorno.

Il tè può essere utilizzato anche esternamente, ad esempio in caso di forte prurito, sotto forma di cataplasmi.

___________________________________________________________________

TINTURA DI TRIFOGLIO ROSSO

La tintura dei fiori di trifoglio rosso può essere utilizzata sia internamente che esternamente. Internamente è efficace per il raffreddore e puoi assumere 10-15 gocce 2 volte al giorno.

Per uso esterno, la tintura si presta bene come aggiunta a unguenti, creme o gel. Perché il trifoglio rosso ha un effetto molto curativo sulla psoriasi e sull’eczema. Gli isoflavoni hanno inoltre un effetto antiossidante e rigenerante cutaneo e valorizzano ogni crema.

Per la tintura, metti a strati i fiori di trifoglio rosso in un vasetto di vetro pulito finché non è pieno per circa 3/4. Quindi riempire con circa il 35% di alcol.

OLIITO DI TRIFOGLIO ROSSO

Come già descritto sopra, le sostanze contenute nel trifoglio rosso hanno un effetto antiossidante e favoriscono anche il metabolismo cellulare, il che le rende molto interessanti per la cura della pelle. L’olio di trifoglio rosso può essere utilizzato in creme e unguenti. Oppure si applica puro, soprattutto quando la pelle è pruriginosa e tesa.

Per l’olio di trifoglio rosso, riempire senza stringere i fiori in un vasetto di vetro pulito a chiusura ermetica fino a circa 3/4 e versarvi sopra un buon olio (olio di mandorle, olio di semi di girasole). Non chiudere subito il barattolo, ma coprirlo con un telo per i primi 2-3 giorni in modo che l’umidità possa fuoriuscire dai fiori. Quindi dopo chiuderlo ermeticamente e lasciarlo chiuso poi per circa 2 settimane. È meglio scuotere il vasetto ogni giorno oppure mescolare con una spatola precedentemente disinfettata. Quindi filtrare bene e riempire in bottiglie scure. Non dimenticare di etichettare!

__________________________________________________________________

INOLTRE IL TRIFOGLIO è COMMESTIBILE TUTTA LA PIANTA NON SOLO I FIORI E SI PUO`CUCINARE COME VERDURA, O CRUDA NEI PIATTI D’INSALATA MISTA DI SOLO ERBE SELVATICHE, oppure si fa una marmellata, uno sciroppo, fiori fritti, fiori canditi, tutta la pianta cucinata come i spinaci, e si fanno tanti piatti svariati…zucchero aromatizzato ai fiori del trifoglio, ecc. ecc. ecc…Wuhrmann Anna-Maria

Di Enza Squillacioti

Il cambiamento, modifica le mie abitudini. Mi creo altre opportunità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...